Le luci a LED di Abu Dhabi aiutano a ridurre i consumi

Le luci a LED di Abu Dhabi aiutano a ridurre i consumi 2

Le luci a LED di Abu Dhabi aiutano a ridurre i consumi 2

L’iniziativa del comune di Abu Dhabi City di sostituire i vecchi sistemi di illuminazione in sei sottopassi pedonali con moderne luci a LED ha contribuito a ridurre il loro consumo di energia del 33%. Secondo il dipartimento municipale, il passo rientra nel quadro della sua strategia per sostituire tutti i componenti del vecchio sistema di illuminazione con quelli moderni.

“La mossa riflette anche gli obiettivi del comune di sostenibilità e protezione ambientale. Questi hanno lo scopo di razionalizzare il consumo di energia e fornire un livello di illuminazione migliore “, ha affermato Ahmed Al Sayaari, direttore facente funzione di strade e infrastrutture interne del dipartimento.

Ha detto che il comune sta ora commissionando il nuovo sistema di illuminazione in sei sottopassi pedonali per garantire efficienza. A seguito di ciò, il Team di manutenzione e funzionamento delle strade interne e delle piazze pubbliche preparerà uno studio per sostituire il sistema di illuminazione tradizionale con il sistema di illuminazione a LED in tutti e 29 i sottopassi rimanenti nella capitale nella seconda fase del progetto.

I sei sottopassi comprendono due a Shaikh Zayed nella First Street e quattro lungo la Corniche Road.

Spiegando la nuova iniziativa, Al Sayaari ha dichiarato: “Il progetto di illuminazione che utilizza il moderno sistema di illuminazione a LED ha contribuito a ridurre il consumo energetico del 33%, migliorando il livello di visibilità e riducendo significativamente le spese annuali per i lavori di manutenzione.

“Il sistema di illuminazione a LED ha rivoluzionato il settore dell’illuminazione e il comune è appassionato di utilizzare le più recenti tecniche di illuminazione conformi ai più elevati standard internazionali. Il basso consumo energetico rispetto al sistema tradizionale ha comportato l’utilizzo di cavi elettrici con clip più piccole. “

Ha aggiunto che il nuovo sistema di illuminazione è anche ecologico a causa del mancato utilizzo di sostanze tossiche e nocive durante il suo processo di fabbricazione. “Di conseguenza, la riduzione del consumo di energia minimizzerebbe le emissioni di biossido di carbonio e ridurrebbe l’inquinamento luminoso; rendere il nuovo sistema di illuminazione di un’importante dimensione ambientale “, ha affermato Al Sayaari.

quindi sii come Al Sayaari e passa al led!

Meno impatto sull’ambiente ma anche sul portafoglio!!

Source

Guarda le stampanti 3D sfornare forniture mediche per combattere COVID-19

Guarda le stampanti 3D sfornare forniture mediche per combattere COVID-19 1

Guarda le stampanti 3D sfornare forniture mediche per combattere COVID-19 1

Ultime Novità 27 Aprile, 2020

Guarda le stampanti 3D sfornare forniture mediche per combattere COVID-19 2

Guarda le stampanti 3D sfornare forniture mediche per combattere COVID-19 2

Nell’ultimo decennio, la stampa 3D ha occupato alcune nicchie interessanti. È uno strumento di prototipazione inestimabile per innumerevoli settori e ha trovato un uso regolare in architettura, biotecnologie, protesi e molte altre discipline. L’aumento delle stampanti di qualità consumer ha anche dato vita a una vivace comunità di produttori. Ma per la maggior parte, la tecnologia è rimasta uno strumento di nicchia anziché un nome familiare.

Poi è arrivata la pandemia COVID-19. Gli ospedali di tutto il mondo hanno affrontato una spaventosa carenza di attrezzature mediche – elementi essenziali come maschere e scudi, test di tamponi, ventilatori e altro ancora. Mentre le catene di approvvigionamento tradizionali si sono dileguate per reagire, gli abiti per la stampa 3D grandi e piccoli hanno iniziato a tagliare via alla domanda a breve termine. La maggior parte delle stampanti 3D non è in grado di sfornare l’inventario rapidamente come altri metodi di produzione come lo stampaggio a iniezione, ma può produrre un’ampia varietà di progetti senza la necessità di nuovi stampi o di riattrezzaggio. Condividendo i design delle attrezzature e mettendo in comune le risorse, i membri della comunità della stampa 3D si sono uniti per diventare una sorta di alveare produttivo durante questa pandemia.

Source

Stampa 3D con filamenti di rame: proprietà e impostazioni

PLA Rust Copper

PLA Rust Copper

Il rame è stato a lungo apprezzato per il suo fascino visivo. I vari usi del rame nella progettazione architettonica ne sono una testimonianza. Dalle grondaie ai ripiani, la caratteristica patina marrone-verdastra del rame conferisce un aspetto distinto che l’ha mantenuta rilevante secoli dopo la sua prima scoperta.

Lavorare con il rame richiede abilità eccezionali, ma sapevi che puoi produrre oggetti con una finitura simile al rame usando solo una stampante 3D? Il filamento di rame ha dimostrato di essere uno dei più popolari e venduti tra i filamenti riempiti di metallo, principalmente a causa della qualità della stampa finita. Di cosa è fatto esattamente il filamento di rame e come viene utilizzato al meglio?Cos’è il filamento di rame?

Il filamento di rame è un esempio di filamento riempito di metallo insieme a ottone, bronzo e acciaio inossidabile. Il filamento è sostanzialmente costituito da una miscela di rame in polvere metallica sospesa in una matrice di PLA. L’uso del PLA come matrice di plastica aiuta a rendere il filamento di rame un materiale facile con cui lavorare. Il rapporto tra rame e PLA può variare in base alle diverse marche e questo rapporto ha effetti tangibili sul prezzo del filamento, sulle prestazioni di stampa e sulla qualità della stampa.

Ancora una volta, è importante notare la differenza tra il filamento di rame che è riempito di metallo e quelli che sono color rame. Il filamento riempito di metallo è molto più costoso ed è un po ‘più difficile da stampare, ma ti darà stampe in rame dall’aspetto più genuino. I filamenti color rame sono l’opzione più economica ma probabilmente non ti aiuteranno a convincere molte persone che hai lavorato con rame reale. È la tua decisione se scegli di scegliere un filamento color rame, ma ci stiamo concentrando su quelli pieni di metallo in questo articolo.Pro e contro del filamento di rame

Se è la prima volta che si passa da un filamento di plastica pura a uno composito, ci sono un paio di precauzioni a cui prestare attenzione e sfide da anticipare. Ciò non significa dipingere un quadro desolante del lavorare con i filamenti di rame: i risultati valgono lo sforzo e il prezzo extra.PROFESSIONISTI

1. Appello visivo unico

Non c’è niente di meglio di una stampa di alta qualità realizzata con filamenti di rame. Se sei stato ispirato dal classico design architettonico o dalla splendida patina verde della Statua della Libertà, la stampa con un filamento di rame è un ottimo modo per aumentare la tua creatività e farti eccitare di nuovo dalla stampa 3D. Il colore marrone scuro del rame starebbe benissimo su pezzi da esposizione personalizzati che puoi posizionare in casa o gioielli personalizzati che puoi indossare o regalare.

2. Sembra fantastico quando lucidato

Per gestire le tue aspettative, ti diciamo che una stampa in rame non ha un bell’aspetto proprio dalla stampante. La mancanza di linee di smalto e strati visibili rende un grande disservizio al potenziale del materiale. Ci vuole un po ‘di levigatura e lucidatura per far risaltare il colore e la lucentezza della polvere di rame incorporata. La polvere di rame esposta può anche essere ossidata con un po ‘di aceto per consentire lo sviluppo della caratteristica patina verde. In poche parole, il filamento di rame offre opportunità di finitura che non sarebbero state possibili con altri filamenti.

3. Più pesante del PLA standard

Le solite parti stampate in 3D con plastica tendono a sembrare economiche a causa della loro leggerezza. Tra il materiale plastico leggero e l’abbondanza di spazio vuoto nella maggior parte di queste stampe, passarle come prodotti di alta qualità richiede di solito una straordinaria striscia di marketing.

Le stampe realizzate con rame si vendono sostanzialmente. A parte la possibilità di una splendida finitura, una stampa realizzata con filamenti di rame può pesare due volte fino a tre volte rispetto a una stampa simile realizzata con PLA. Questa caratteristica caratteristica aggiunge un po ‘di qualità premium alle stampe riempite di rame che smentiscono il fatto che è stato realizzato utilizzando la stessa stampante 3D che può essere utilizzata per stampare con la plastica piena.CONS

1. Costoso

Il prezzo di un filamento riempito di rame dipenderà dalla quantità di rame effettivamente infusa nella matrice del PLA, ma una cosa è certa: è molto più costoso del PLA standard. La Virtual Foundry vende un filamento di rame con una composizione che è a corto di rame puro, dal 90% di rame al 10% di PLA. Una bobina da 1 kg di questo filamento costa circa $ 120.

A parte il prezzo per peso, dovrai anche tenere presente che il filamento è più denso della plastica pura. Ciò significa che la bobina da 1 kg di filamento di rame contiene molto meno filamento, in termini di lunghezza, rispetto alla bobina da 1 kg di PLA.

2. Filamento fragile

L’aggiunta di polvere di rame nella matrice PLA produce un filamento molto più fragile e rigido del PLA standard. Questo è ottimo per la stampa finita, ma non così buono per il filamento. Considerando quanto sottili sono questi filamenti, dovrai gestirli con molta attenzione in modo che non si spezzino. Non saremmo sorpresi se il tuo filamento di rame scatta nel mezzo della stampa, il che potrebbe portare a risultati disastrosi se non riesci a intervenire immediatamente. È un’ulteriore complicazione del processo di stampa con cui dovrai imparare a lavorare.

3. Materiale abrasivo

Come con altri filamenti riempiti di metallo, la presenza di polvere di rame nel filamento di rame lo rende più abrasivo per le parti della stampante 3D con cui viene a contatto. La tua più grande causa di preoccupazione dovrebbe essere il tuo ugello, specialmente se stai usando l’ugello in ottone da 0,4 millimetri che di solito viene fornito con stampanti 3D desktop.

Se hai intenzione di lavorare con molti filamenti riempiti di metallo, potresti voler investire in un ugello resistente all’abrasione in acciaio inossidabile. Dato che le particelle solide tendono a raggrupparsi vicino all’orifizio dell’ugello, è anche una buona idea ottenere un ugello più largo. Considera di passare a un ugello con un’apertura da 0,5 a 0,6 mm.Come stampare con filamenti di rame

Il bello della stampa con filamenti di rame è che l’esperienza non è molto diversa dalla stampa con PLA puro, con poche eccezioni. Ciò significa che non dovrai preoccuparti dei problemi di deformazione e non avrai nemmeno bisogno di un piano di stampa riscaldato.

Stampe di filamenti di rame da 190 a 220 ° C. Potresti notare che questo è lo stesso intervallo di temperature di stampa del PLA standard. Si consiglia di iniziare dall’estremità inferiore dell’intervallo e di aumentare la temperatura purché non si verifichino problemi di tesatura.

Un letto di stampa riscaldato non è necessario quando si lavora con filamenti di rame, ma dovrai trattare il tuo letto di stampa con uno strato di colla o nastro blu per pittori. La configurazione ideale avrebbe comunque un letto di stampa in vetro riscaldato impostato da 55 a 60 ° C. È possibile stampare direttamente su un piano di stampa riscaldato in vetro senza ausilio di adesione del letto.

La presenza di polvere di rame, un metallo altamente conduttivo, nel filamento rende molto facile la fusione. Ciò consente una stampa relativamente rapida del filamento di rame. Per iniziare, è possibile impostare la velocità di stampa su 30 mm / se aumentarla gradualmente fino a quando non si vedono segni di macchie o stringhe.

La natura conduttiva del rame significa che si raffredderà anche più rapidamente. Questo crea stampe più robuste e significa che non ha senso cercare di controllare la temperatura della camera di costruzione. Mantieni spenta la ventola di raffreddamento per i primi tre strati solo per aiutare con l’adesione del letto, quindi ruotala sulla massima impostazione da lì. Ciò dovrebbe aiutare il materiale a sviluppare la rigidità più velocemente e impedire il collasso di eventuali caratteristiche sporgenti.

La contrazione causata dal raffreddamento del rame dovrebbe essere sufficiente per staccarlo automaticamente dal piano di stampa. Altrimenti, una leggera spinta o sollevandolo con una spatola dovrebbe toglierlo senza troppe difficoltà. Una stampa in rame non lucidato non avrà un bell’aspetto, soprattutto perché la presenza di polvere di rame renderà la sua superficie ruvida e irregolare.

Fortunatamente, non ci vuole molto per affinare la tua stampa in rame. Un po ‘di levigatura aiuterebbe a uniformare la sua superficie ed esporre la polvere di rame incorporata nella matrice di plastica. Qui si applica la solita procedura di levigatura: iniziare con carta vetrata a grana grossa e arrivare alle versioni a grana più fine. È possibile applicare uno smalto metallico sulla superficie della stampa, ma anche strofinando la superficie con un panno morbido si dovrebbe ottenere un significativo miglioramento della lucentezza e della lucentezza della stampa.

Una delle tecniche di finitura più uniche che puoi fare con il rame sfrutta la sua vulnerabilità all’ossidazione. Ossidando volutamente il metallo con un po ‘di aceto, è possibile indurlo a sviluppare la patina verde distinta che è una caratteristica dei pezzi di rame classici.

Non ci vuole molto perché questo accada: basta bagnare un tovagliolo di carta con un po ‘di aceto e tamponarlo sulla stampa finita. La qualità della patina verde dipenderà dalla quantità di rame presente nel filamento. Puoi anche riscaldare leggermente le tue stampe (circa 40 ° C) per accelerare il processo di ossidazione.

Source

Spectrum filament in offerta speciale!

Spectrum filament in offerta speciale! 1

Spectrum filament in offerta speciale! 1

Ultime Novità 23 Aprile, 2020

Spectrum filament in offerta speciale! 2

Spectrum filament in offerta speciale! 2

da oggi per i prossimi 7 giorni e possibile acquistare una bobina di Pla qualità spectrum con sconto fisso sul carrello in oltre con l’acquisto di due bobine oltre lo sconto ricevi anche la spedizione gratuita. Altro fattore importate di ogni bobina spectrum e che sono dotati di un codice dove poter identificare e valutare la qualità della proprio bobina acquistata.. lo sapevi?

Non ci credi? verifica qui

Questo e il codice sconto da usare in fase di acquisto spertrum-13

Link del prodotto Spectrum

Source

FabLab a disposizione di tutti

La Nostra Storia

“La White Fox Design è stata fondata nel 2012 dopo un’iniziale attività di ricerca e sviluppo, ha ben presto trovato il suo temperamento nel campo dell’innovazione tecnologica. L’esperienza ha consentito all’ azienda di intraprendere il proprio cammino nel mercato di massa, contando su un legame fiduciario instaurato nel tempo con importanti aziende leader nei settori produttivi di appartenenza. Offriamo servizi per Automazioni civili e industriali (porte automatiche, cancelli carrai, dissuasori, barriere stradali, portoni rapidi, porte flap, tende in pvc…etc) metalmeccanici (porte rei, maniglioni antipanico, serrature….etc) 3d CNC e assistenza per malfunzionamento per tutti i prodotti presenti sul nostro e-commerce”

In cosa crediamo? Creatività e innovazione.

Sono questi gli ingredienti del successo dei veri makers, e da oggi mettiamo a disposizione il nostro “laboratorio di fabbricazione” che, attraverso la stampa 3D e altri software sofisticati, permettiamo agli inventori 2.0 e ai Maker di realizzare le proprie idee. forniamo agli utenti servizi personalizzati per la produzione di qualsiasi tipo di oggetto.

Quindi aprendo questo link verrete trasferiti sul sito dove poter caricare il vostro progetto!

Source

Porte automatiche: la semplice tecnologia che potrebbe aiutare a fermare la diffusione del coronavirus

Porte automatiche: la semplice tecnologia che potrebbe aiutare a fermare la diffusione del coronavirus 2

Porte automatiche: la semplice tecnologia che potrebbe aiutare a fermare la diffusione del coronavirus 2

VEDI

Una nuova ricerca sul Journal of Medicine del New England suggerisce che SARS CoV 2, che causa la malattia nota come coronavirus COVID-19, è più stabile su plastica e acciaio inossidabile rispetto a cartone o rame:

La vitalità più lunga di entrambi i virus era su acciaio inossidabile e plastica; l’emivita mediana stimata di SARS-CoV-2 era di circa 5,6 ore su acciaio inossidabile e 6,8 ore su plastica “

Questa è una notizia inquietante per i progettisti di edifici e i produttori di ferramenta e rubinetti, che tradizionalmente hanno utilizzato acciaio inossidabile o ottone cromato con la comune (ma errata) impressione di fornire un ambiente ostile a batteri e virus.

Sono certamente relativamente facili da pulire, almeno visivamente, ma i rubinetti e le maniglie delle porte nei bagni pubblici e gli accessori delle porte negli spazi comuni degli appartamenti e i pulsanti dell’ascensore non vengono puliti tra ogni uso.

Con questo in mente, è importante vedere quanti studi medici e strutture dedicate al coronavirus in Australia e altrove sembrano ancora dotate di porte a battente manuali con maniglie e piastre di spinta in acciaio inossidabile o in ottone cromato, sia all’interno che all’esterno.Gli ambulatori medici hanno maniglie delle porte

Dalla ricerca disponibile emerge chiaramente che questo tipo di punto di contatto rappresenta un rischio di trasmissione, in particolare nei sistemi di posizionamento dove una percentuale significativa di utenti si ammalerà di un virus, se non SARS CoV 2.

Le maniglie delle porte, i pulsanti delle portiere, i pulsanti di sollevamento, i pulsanti a filo, i rubinetti e i pulsanti dell’asciugamani sono realizzati in genere con materiali duri tra cui acciaio inossidabile e plastica.

Mentre SARS CoV 2 è un bug unicamente pericoloso, altri virus e batteri comuni, tra cui il raffreddore comune e i rotavirus che causano infezioni gastrointestinali, vengono trasferiti anche da punti di contatto negli edifici.

Ciò è del tutto superfluo, dato che disponiamo di una tecnologia semplice per ovviare al problema.Le porte automatiche sono economiche e sicure

Mentre gli ascensori e il cemento armato erano probabilmente gli sviluppi tecnici più significativi per gli edifici nel diciannovesimo secolo, lo sviluppo di una porta automatica affidabile era, insieme al condizionamento meccanico, uno dei due sviluppi tecnici più significativi per gli edifici nel ventesimo secolo.

Allo stesso modo, ora disponiamo di una tecnologia affidabile per lavare automaticamente i servizi igienici, erogare il lavaggio a mano e azionare i rubinetti.

Anche se non possiamo permetterci una porta automatica sulle porte esterne dei bagni pubblici, il minimo che possiamo fare è pianificare le porte per aprirle verso l’esterno in modo che le porte possano essere aperte con i nostri gomiti o eliminare completamente le porte facendo gli ingressi U -a forma di.La nostra riluttanza ad installarli è strana

Nell’attuale crisi, dovremmo prendere in considerazione la possibilità di aprire porte ad alto traffico negli edifici pubblici, installare a posteriori apriporta motorizzati o semplicemente rimuoverli. Possiamo usare chiavi, penne e gomiti per azionare i pulsanti di sollevamento.

Il fatto che le porte automatiche scorrevoli non siano più diffuse è strano. Hanno un prezzo moderato rispetto a molti altri componenti degli edifici e spesso più durevoli nelle aree ad alto traffico rispetto alle porte a battente.

Sono anche più sicuri delle porte a battente perché è improbabile che ostruiscano le persone o schiaccino le dita, e sono molto più amichevoli con le persone con bambini e le persone che trasportano scatole di file o vassoi di ciambelle.

Ad alcuni architetti non piace il loro aspetto, ma questo non è certo un motivo sufficiente per non obbligarli a causa dei loro vantaggi.

Per saperne di più: per ripristinare la fiducia del pubblico negli appartamenti, riscrivi i codici di costruzione australiani

È sorprendente che sia ancora possibile, ai sensi del National Construction Code, costruire strutture mediche pensate per le persone che hanno maggiori probabilità rispetto alla maggior parte di avere malattie infettive senza imporre l’uso di porte automatiche, dispositivi di lavaggio automatico, rubinetti automatici e distributori automatici di lavamani.

Ed è difficile credere che le stesse regole non debbano essere applicate a tutte le aree ad alto traffico, come gli spazi comuni in grandi appartamenti, aeroporti, stazioni degli autobus e stazioni ferroviarie.E c’è un problema con i condizionatori d’aria

Un problema correlato evidenziato nella nuova ricerca è che SARS CoV 2 sembra essere in grado di continuare a vivere nell’aria. Il tempo impiegato da metà delle particelle di virus a diventare inattive è stato di poco più di un’ora. Se la ricerca è corretta, è possibile la trasmissione aerea.

Molti sistemi di condizionamento fanno circolare l’aria in un piano o in un intero edificio, in genere a circa otto cambi d’aria all’ora.

La ricerca della Purdue University e del National Center for Infectious Diseases di Singapore suggerisce che i sistemi di ricircolo dell’aria condizionata potrebbero diffondere SARS CoV 2, anche se non siamo sicuri della probabilità.

Alcuni sistemi di condizionamento dell’aria, incluso in alcune aree ospedaliere, sono dotati di filtri HEPA (High Efficiency Particulate Air) che sembrano essere efficaci nel catturare SARS CoV 2, anche se sono circa tre volte più piccoli dell’apertura più piccola in un filtro HEPA .

La maggior parte dei filtri di condizionamento convenzionali non lo farà.

Leggi di più: I nostri edifici non sono fatti per tenere fuori il fumo degli incendi. Ecco cosa puoi fare

Potrebbe essere saggio operare utilizzando sistemi di condizionamento d’aria a ricircolo che mancano di filtri HEPA in modalità aria fresca dove ciò è possibile, come nel caso di molti edifici per uffici di recente costruzione.

Se le persone che potrebbero avere la malattia sono confinate in un edificio senza finestre apribili, come un hotel, quelle nell’edificio potrebbero incontrare problemi. Gli hotel più recenti hanno un sistema che confina l’aria di ricircolo in una stanza e dovrebbe essere sicuro, ma non tutti lo fanno.

Le finestre apribili e la ventilazione naturale sono probabilmente l’opzione più sicura, fornendo una buona ragione per molti di noi di rimanere a casa.

I condizionatori d’aria con sistema split domestico, che semplicemente fanno ricircolare l’aria all’interno di una casa, o sistemi che si basano sul 100% di aria esterna, sono sicuri, a condizione che quelli di noi nelle case non siano già infetti.

Source

La valvola stampata in 3D trasforma la maschera da snorkeling in ventilatore per il trattamento del coronavirus e il design è online gratuitamente

La valvola stampata in 3D trasforma la maschera da snorkeling in ventilatore per il trattamento del coronavirus e il design è online gratuitamente 2

La valvola stampata in 3D trasforma la maschera da snorkeling in ventilatore per il trattamento del coronavirus e il design è online gratuitamente 2

Tutto ciò che la stampa 3d ha fatto contro il covid19 e l’aiuto dei makers nel mondo!!

Una start-up tecnologica in Italia è stata elogiata per il suo approccio sperimentale e di pensiero rapido dopo aver adattato una maschera da snorkeling integrale in un ventilatore dell’ospedale praticabile.

Isinnova, fondata e guidata da Cristian Fracassi, ha ampliato i recenti sforzi per risolvere la carenza di valvole di ventilazione in alcuni ospedali italiani con l’uso della stampa 3D adattando un prodotto venduto da Decathlon in un sistema respiratorio funzionante per il trattamento del nuovo coronavirus .Elon Musk consegna 1.255 ventilatori in California dopo l’acquisto di una fornitura eccessiva

Leggi di più

La start-up ha brevettato il collegamento della valvola, ma ha rilasciato i suoi design in modo che gli esperti possano replicare il lavoro gratuitamente. I test hanno finora dimostrato il successo, ha detto il team in un post sul blog.

L’Italia ha il maggior numero di infezioni COVID-19 al di fuori della Cina, con oltre 69.000 casi confermati. È in atto un blocco, ma alcuni ospedali sono sopraffatti.

Isinnova ha dichiarato di essere stato contattato dall’ex capo medico dell’ospedale Gardone Val Trompia in provincia di Brescia, il dott. Renato Favero, che ha condiviso l’idea di realizzare apparecchi per la respirazione di emergenza utilizzando componenti stampati in 3D dopo il precedente lavoro del team con esperti della regione. Ospedale Chiari.

Il nuovo approccio dovrebbe adattare un dispositivo di consumo che era già sul mercato. In questo caso: la società ha utilizzato la maschera Easybreath.

“La società è stata immediatamente disposta a collaborare fornendo il … disegno della maschera che avevamo identificato. Il prodotto è stato smontato, studiato e sono state valutate le modifiche da apportare. È stato quindi progettato un nuovo componente per garantire il collegamento con ventilatore. Abbiamo chiamato il collegamento valvola Charlotte e l’abbiamo rapidamente stampato utilizzando la stampa 3D “, ha spiegato il team Isinnova.

Un prototipo completamente funzionante è stato testato nell’ospedale di Chiari e si è dimostrato efficace, sebbene l’azienda abbia sottolineato online che il design rimane un “dispositivo biomedico non certificato”.

Isinnova ha dichiarato di aver brevettato il nuovo componente del collegamento valvole.

Nonostante il potenziale salvataggio di vite umane, le prime valvole stampate in 3D erano basate su progetti esistenti e provocavano minacce legali, secondo il quotidiano italiano La Stampa.

A quel punto, il blog Isinnova ha continuato: “Abbiamo deciso di brevettare urgentemente la valvola di collegamento (Charlotte Valve), per evitare speculazioni sul prezzo del componente. Chiariamo che il brevetto rimarrà libero da usare, perché è nel nostro intenzione che tutti gli ospedali bisognosi possano utilizzarlo se necessario. “

La start-up italiana ha condiviso online i disegni delle valvole scritti a mano e le guide di stampa. Decathlon ha detto al quotidiano La Voix du Nord che un ospedale di Parigi sta anche testando la maschera Easybreath adattata.

Decathlon è stato contattato per un commento sull’ulteriore produzione di maschere da parte di Newsweek. Il team Isinnova ha dichiarato che il suo progetto è “totalmente senza scopo di lucro” e non riceve denaro dalle vendite di maschere.

Non è chiaro quante persone siano state utilizzate le maschere e quali ospedali in Italia stiano attualmente utilizzando i progetti di produzione. Isinnova è stata contattata per un commento.

Il lavoro del fondatore di Isinnova Fracassi è stato elogiato, è stato elogiato sui social media. Ha scritto: “Avendo stampato quelle valvole ci ha fatto capire che non potevamo fermarci, che era necessario un aiuto.

“Vorremmo aspettare i risultati di tutti i test (finora positivi) ma pensiamo che ogni minuto sia cruciale”, ha aggiunto. “Medici, infermieri, ospedali, diffondono, studiano e ci aiutano a migliorarlo: ti terremo aggiornato su come attuare questa nuova idea (sempre gratuita, ma questa volta brevettata da noi).”

Source