Italia San Severo 71016
+39 0882276485
info@whitefoxdesign.it

Archeologia 2.0 – Alla ricerca delle tracce con la tecnologia | Documentario DW

Non preoccuparti di cosa sta per fare qualcun altro. Il miglior modo per predire il futuro è inventarlo. cit. Alan Kay

Archeologia 2.0 – Alla ricerca delle tracce con la tecnologia | Documentario DW



Oggi l’archeologia spesso lavora senza pala. Viene spesso utilizzata la tecnologia più recente. Un vantaggio per la scienza: i metodi geofisici hanno dato un enorme aumento delle conoscenze.

In questo modo, gli archeologi hanno scoperto migliaia di nuovi siti archeologici senza bisogno di scavare. Questo documentario accompagna un gruppo di archeologi nel loro viaggio nel passato virtuale. I metodi geofisici non provengono originariamente dall’archeologia, ma dal regno militare. Con questa tecnologia e l’aiuto del geomagnetico, i sottomarini nemici dovevano essere tracciati; in archeologia, invece, si stanno scoprendo nel sottosuolo mura, fossati e tombe. In Irlanda, scienziati irlandesi e tedeschi cercano leggendarie mura neolitiche e tumuli funerari. Nella città tedesca di Glauberg, un’indagine geofisica rivela percorsi processionali nascosti. Gli archeologi subacquei di Bremerhaven, nel nord della Germania, utilizzano la tecnologia digitale per ricostruire le navi affondate. A Berlino, un team di archeologi sviluppa un progetto insieme a game designer. In questo modo è stata generata la copia virtuale di un tempio di Aleppo. Prima della guerra, i berlinesi lo scansionavano al millimetro, senza sospettare quanto sarebbero diventati importanti quei dati. Ora il tempio è gravemente danneggiato. Grazie ai dati dello scanner, il Tempio del Dio del Tempo ad Aleppo può ancora essere ammirato, almeno virtualmente.

View at DailyMotion

Tags: , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *